top of page

Group

Public·7 members

Sopravvivenza [EXCLUSIVE]



Un giovane uomo canadese si preoccupa di proteggere la propria famiglia da calamità ed attacchi esterni e segue a distanza le indicazioni di un esperto fino ad andare a seguire di persona un suo corso di sopravvivenza.




Sopravvivenza


DOWNLOAD: https://www.google.com/url?q=https%3A%2F%2Fjinyurl.com%2F2uf1RW&sa=D&sntz=1&usg=AOvVaw1XCIHc96DykccEP4hDjWrJ



Il più temuto, tanto da essere definito il primo tra i 'big killer', il tumore al polmone, oggi inizia finalmente a fare meno paura. Accendono infatti la speranza i risultati dei nuovi studi presentati al congresso della Società europea di oncologia medica (Esmo), che riunisce in questi giorni a Parigi oltre 25mila oncologi da tutto il mondo: le nuove terapie mirate hanno dimostrato di funzionare sul lungo termine e la sopravvivenza dei pazienti sta aumentando in modo significativo anche per le forme metastatiche o più resistenti.


Lo dimostrano una serie di studi, accolti con grande entusiasmo dagli esperti che, solo fino a poco tempo fa, avevano pochissime armi terapeutiche contro varie forme di neoplasia polmonare. La sopravvivenza a lungo termine diventa così realtà per i pazienti colpiti da tumore del polmone metastatico, una delle neoplasie più difficili da trattare. Un risultato ottenuto grazie alla combinazione di pembrolizumab, molecola immunoterapica, con la chemioterapia, che ha evidenziato, nel trattamento di prima linea del tumore del polmone non a piccole cellule (NSCLC) metastatico, un beneficio in sopravvivenza: gli studi dimostrano che un paziente su 5 è infatti vivo a 5 anni.


"Prima di questi studi fondamentali, il tumore del polmone aveva un tasso di sopravvivenza a cinque anni del 10%, uno dei più bassi tra tutti i tumori - dichiara Marina Garassino, professore di medicina, University of Chicago, Hematology/Oncology -. Questi risultati mostrano miglioramenti significativi nella sopravvivenza a cinque anni dei pazienti trattati e confermano il ruolo importante di questi regimi come standard di cura". E un altro studio, il KEYNOTE-407, ha evidenziato risultati importanti anche per i pazienti a istologia squamosa, più difficile da trattare, raddoppiando la sopravvivenza rispetto alla sola chemioterapia. Passi avanti importanti anche per forme di tumore al polmone che presentano mutazioni geniche: cresce la sopravvivenza dei pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio precoce che presentano mutazioni del recettore del fattore di crescita epidermico (EGFR). Lo studio ADAURA, presentato all'Esmo, ha infatti dimostrato che la terapia adiuvante, dopo l'intervento chirurgico, con la molecola osimertinib ha determinato una sopravvivenza mediana libera da malattia pari a 65,8 mesi, circa 5 anni e mezzo, e circa tre pazienti su quattro trattati erano vivi e liberi da malattia a quattro anni. L'Agenzia Italiana del Farmaco ha approvato la rimborsabilità del farmaco.


Roma, 6 lug. (askanews) - Boris Johnson è costretto a lottare per la sua sopravvivenza politica, dopo che due dei principali ministri ne hanno attaccato la leadership e hanno lasciato i rispettivi incarichi. Il tutto sullo sfondo dell'ennesimo scandalo sessuale che accompagna i Tories. 041b061a72


  • About

    Welcome to the group! You can connect with other members, ge...

    bottom of page